Quanto cambierà la mia vita con il Proiettore? Dipende solo da te!


Finalmente! Il libro è nelle nostre mani…! Quanto cambierà (in meglio) la vita dopo la lettura di questo testo? Dipende da quanto riuscirete a rimanere in equilibrio nello Spazio delle Varianti, applicando i suggerimenti di Zeland, presenti ne Il Proiettore.

Questo libro è una forza, va letto e riletto, sino a farlo diventare vostro, sino a che si intersechi nella vostra variante, rendendo la vostra vita una festa! Siete voi i padroni del vostro mondo, voi stessi proiettate le immagini della vostra realtà, dovete solo imparare a farlo consapevolmente, divenire da “ricevitori” a “trasmettitori”, ossia co-creatori di realtà.

Come fare a diventarlo e la spiegazione di questi due termini è racchiusa nel nuovo libro, vi basterà sfogliarlo e leggerlo, per farlo diventare il punto di riferimento nella realizzazione dei vostri sogni. Non è semplicissimo, forse, ma neanche difficilissimo, poiché nel nuovo libro Zeland indica esattamente come fare, passo per passo, come in percorso di coaching. Solo che il coach nel Transurfing significa prima di tutto libertà di scelta: perseguite il vostro benessere e non le intenzioni altrui, fornendo energia ai pendoli, ricordatelo! Il mondo è nelle vostre mani.

il-proiettore-il-diario-del-transurfing

Ne Il Proiettore ci sono pagine scritte e pagine bianche, da riempire con le proprie affermazioni: pensieri forma, desideri, intenzioni trasmesse in unità di anima e ragione, in particolare le constatazioni, ossia la verifica pratica che quanto avere immaginato si è poi realizzato nella realtà materiale.

Un libro-guida, che saprà illuminarvi la strada, attraverso suggerimenti ed indicazioni da applicare nel quotidiano. Bisogna interpretare il Transurfing per quello che è, senza fare paragoni con altre realtà. Immaginare lo Spazio delle Varianti come si preferisce, tenendo sempre a mente la modalità di gestione della realtà proposta da Zeland, se si sceglie di seguire il Transurfing anziché altre discipline olistiche. La chiave di lettura è proprio nell’applicazione del metodo, rapportato alla vita quotidiana. Nel nuovo libro, Il Proiettore, troverete molte risposte ad eventuali dubbi.

Ma come fare a comprendere esattamente come funziona? È semplice: Il Mondo funziona come uno specchio e questo è il principio base:

Nella vostra realtà – si legge nel nuovo libro – ottenete il film che vi state proiettando in testa, nel vostro “proiettore cinematografico” personale. Quello che vi disegnate nei vostri pensieri e’ esattamente quello che poi vedrete nella vostra realtà. Il problema sta solo nel fatto che la gente di solito fa al contrario: quello che vede, disegna. Capite la differenza?

Ecco spiegato il trucco, siamo abituati, da “ricevitori”, a subire le informazioni che riceviamo dall’esterno. Come in un sogno collettivo, col pilota automatico dell’inconscio, guardiamo agli eventi come se non avessimo potere su di essi. Invece, da “trasmettitori” dovremmo abituarci all’idea che la soluzione è nelle nostre mani, a cominciare dalla nostra testa (per dirla in termini intellegibili alla massa) e, soprattutto, nei nostri pensieri. Il Transurfing “parla” attraverso metafore, è una guida che difende il nostro diritto alla libertà di scelta, come già ribadito, ovvero la libertà di scegliere la variante che più ci aggrada, quella che è davvero in linea con i nostri pensieri, le immagini che abbiamo proiettato in unità di anima e ragione, i nostri reali desideri insomma.

Ascoltiamo la nostra anima, lasciamoci guidare nello spazio delle varianti…

Buon viaggio, qualunque variante voi scegliate (la scelta è sempre personale).

La rubrica de La Posta del Transurfing, a partire dal mese di Luglio sarà mensile.

Felice estate a tutti voi.


Luana Salvatore

Transurfing Coach

www.transurfingcoach.it